Sezione museale

La sezione iconografica e museale è composta da oltre 20.000 pezzi e comprende tipologie di oggetti molto diverse fra loro, databili dal 1722 e gli anni Duemila. Si è costituita nel corso del tempo, raggruppando elementi che per le loro specificità possono essere considerati cimeli museali, ma che per la maggior parte dei casi sono anche pezzi d'archivio in quanto frutto delle attività degli uffici propaganda e marketing, o immobili.
È una sezione ricca e per lo più ‘inedita', composta da disegni architettonici e plastici, mappe censuarie e cartografiche, bozzetti, manifesti e grafica pubblicitaria - anche di autori molto noti quali Leopoldo Metlicovitz, Marcello Dudovich, Alberto Bianchi, Bruno Munari, Armando Testa, Ferenc Pintér - monete, medaglie commemorative e targhe, diplomi di benemerenza, titoli azionari e obbligazioni italiani ed esteri, valuta italiane ed estera, disegni e vignette caricaturali e macchinari d'ufficio. In particolare il cospicuo materiale di Propaganda del risparmio, raccolto dalla Cariplo fin dal 1924, anno di fondazione della Giornata Mondiale del Risparmio e dell'Istituto Internazionale del Risparmio, spicca per rarità e qualità: bozzetti originali e manifesti, quaderni scolastici, carte assorbenti, cartoline, almanacchi e calendari, opuscoli, salvadanai, fumetti e racconti, sono solo alcune delle tipologie presenti realizzate sia dalla Cariplo, sia da altri enti italiani e stranieri.