Cassa di Risparmio in Bologna

La Cassa di Risparmio in Bologna viene istituita con decreto pontificio il 14 luglio 1837 per iniziativa di una Commissione centrale di pubblica beneficenza al fine di combattere l'usura e  di sostenere l'assistenza per i più bisognosi. Importante si è rivelato il suo contributo al sostegno del settore agricolo e dell'edilizia popolare, con l'istituzione tra Ottocento e Novecento delle sezioni di Credito agrario e fondiario, della Scuola superiore di agraria, del Consorzio agrario bolognese e dell'Istituto autonomo case popolari e della Cooperativa per la costruzione e il risanamento delle case operaie. Fondamentali le partecipazioni della Cassa per la creazione dell'Associazione fra le Casse di Risparmio Italiane e dell'Istituto di Credito delle Casse di Risparmio Italiane, che ebbero a Bologna la loro prima sede.
Il patrimonio archivistico della Cassa di Risparmio in Bologna annovera tra le sue carte importanti documenti a firma dell'architetto Giuseppe Mengoni, progettista del Palazzo di Residenza di Carisbo, oltre che della Galleria Vittorio Emanuele II, a Milano.
E' possibile consultare direttamente online i primi due faldoni di questi documenti e i verbali del Consiglio di amministrazione della Cassa dal 1837 al 1945.

IT-ISP-AS00019-0000001;IT-ISP-AS00019-0000173;IT-ISP-AS00019-0000679;IT-ISP-AS00019-0000680;IT-ISP-AS00019-0000699 IT-ISP-AS00019-0000699

Esplora la struttura