I beni dei "nemici"

Con l’entrata in guerra dell’Italia (10 giugno 1940) viene dato all’EGELI anche il compito di sequestrare i beni dei cittadini aventi nazionalità di paesi in guerra contro l’Italia. In Lombardia, come si evince dai documenti d’archivio, la maggioranza dei sequestri riguarda cittadini francesi, inglesi, americani (dopo il 1942) e in misura minore greci e turchi. Fra questi si annoverano anche cittadini ebrei stranieri o apolidi che si erano rifugiati in Italia per sfuggire alle persecuzioni o che vi si erano trasferiti negli anni ’20 senza prendere la cittadinanza o a cui la cittadinanza era stata revocata per le leggi razziali.
Fra i nemici ci sono cittadini di origine italiana - inglesi, francesi e americani - che conservano nella madre patria piccole proprietà, spesso agricole, in comproprietà con i familiari rimasti in Italia. Le loro corrispondenze offrono una traccia interessante della storia dell’emigrazione italiana.
Va inoltre segnalata la presenza di diversi decreti di sequestro a danno di donne italiane che avevano dovuto prendere la cittadinanza dei mariti stranieri per le norme del diritto di famiglia ma che, spesso, vivevano e risiedevano in Italia da sempre.
Dopo la fine della guerra sono i cittadini tedeschi a subire il sequestro dei loro beni, la netta maggioranza dei quali viene restituita dopo qualche anno, salvo quelli di proprietà statale o di proprietà di cittadini residenti in Germania.


Albè Ida fu Luigi in [Albasser], 1940 - 1941

Arditti Esterina fu Giacobbe in Bueno, 1941 - 1946

Albonico Grazia in Krieger, 1945 - 1950

Allen Tuska Roberto, ingegnere, 1942 - 1948

Ambasciata germanica, 1945

Ambrosetti Germana fu Giuseppe, 1942 - 1949

Amos Julius, 1946 - 1948

Anselmi Paolo Mario, 1942 - 1947

Anschutz Emilio, 1947 - 1951

Antognoli Cesare, 1943 - 1951

Antognoli Cesare e Giuseppe, 1943 - 1946

Arditti Flora fu Giacobbe in Perakia [o Perachia], 1943 - 1946

Aschenbach Riccardo e Lorenz Brigitte in Aschenbach, 1946

Assayas Guglielmo fu Davide, 1940 - 1951

Auersperg Carlo Adolfo [von Auersperg Karl Adolf], 1945 - 1953

Aulelha Erbert, 1946 - 1948

"Aziende nemiche sotto sequestro", 1944 - 1949

"Aziende nemiche sotto sindacato", 1944 - 1946

Baini Maria in Riva Leone, 1940 - 1946

Bancais [Bançais] Amelia fu Pietro, vedova di Vanella Luigi e Vanella Roberto, 1942 - 1946

Baranowsky Giorgio fu Demitrij, 1942 - 1943

Baranzelli Carlo fu Paolo, 1942 - 1947

Barisone Augusto, 1941 - 1948

Baroggi Elodia di Antonio, vedova di Barozzi [o Baroggi] Filippo, 1941 - 1946

Bassano Iris in Molho

Batcheler William fu James, 1940 - 1941

Battaglia Angelo Maria fu Valerio, eredi [Battaglia Dora, Romilda e Angela fu Angelo Maria], 1943 - 1959

Battaglia Luisa vedova di Battaglia Giovanni, 1942 - 1943

Battino Mino fu Raffaele, 1940 - 1943

Bayer Emilia fu Giorgio, 1945 - 1946